Articolo di progettoCologno sul notiziario comunale di dicembre

Siamo giunti alla fine del nostro primo anno: è tempo di bilanci, di verifiche e di nuove progettualità. In questi mesi di attività abbiamo cercato di restituire passione e densità partecipativa alla politica colognese, sia attraverso l’attività consiliare sia nell’ambito socio-culturale. Per noi amministrare non è un semplice esercizio di potere, ma un dovere che presuppone un elevato senso di responsabilità civile e politica e va oltre l’azione consiliare.

Coerentemente con il nostro progetto partecipativo, non ci siamo limitati a valutare l’operato della maggioranza evidenziandone gli aspetti critici, ma abbiamo proposto azioni concrete per migliorare il servizio pubblico. Abbiamo presentato una bozza di regolamento per disciplinare la partecipazione dei cittadini alle scelte amministrative: grazie alla nostra iniziativa, è stata predisposta una commissione che stilerà questo documento. Abbiamo chiesto di consentire, secondo regole chiare, imparziali e condivise, le videoriprese del Consiglio comunale, per trasmetterlo in diretta a costo zero sul sito del Comune e per permettere ai colognesi di visionarlo anche dopo la seduta: il regolamento che avevamo predisposto è stato purtroppo bocciato. Abbiamo infine convinto la maggioranza a valutare meglio l’approvazione del regolamento per istituire il Consiglio tributario, un organismo che combatterà l’evasione fiscale entrando a contatto con i dati sensibili dei colognesi: riteniamo opportuno che sia costituito da dipendenti comunali, non da privati cittadini che si improvvisano “controllori” e sono pagati a percentuale su quanto accertato.

Abbiamo analizzato le azioni della maggioranza avanzando proposte per stimolare sensibilità culturale e sobrietà economica. Abbiamo richiesto che il piano del diritto allo studio non sia solamente un documento finanziario e in Commissione biblioteca abbiamo proposto per l’anno venturo un percorso tematico sulla legalità, perché nel 2012 cadrà il ventesimo anniversario della morte di Falcone e Borsellino. In Consiglio comunale abbiamo approfondito le discussioni sul bilancio e sulle spese a esso correlate e stiamo monitorando la questione degli interventi sulla locale scuola materna pubblica e sul recupero della pavimentazione del centro storico.

Per favorire l’efficacia della nostra azione amministrativa, abbiamo approfondito temi e progetti usando ogni risorsa a noi consentita dalla Legge, ma molto spesso negata dalla maggioranza, come la possibilità di visitare i cantieri delle opere pubbliche, la richiesta di uno spazio di ascolto dei cittadini all’interno nell’edificio municipale, che non ci è stato concesso, oltre a numerose interpellanze, interrogazioni e mozioni consiliari. Abbiamo proposto di creare una commissione consiliare che si occupi di vigilare sulla situazione del centro natatorio, ma ci è stato risposto che non c’è nessun problema e che i lavori sono a tal punto avanzati da non consentire di apportare modifiche al progetto, salvo poi scoprire, poche settimane fa, che l’Amministrazione si appresta a introdurre significative variazioni in corso d’opera.

Guidati da un senso di responsabilità e rispetto per il nostro territorio, stiamo conducendo liberamente e senza vincoli campagne di tutela ambientale, della qualità della vita e di sensibilizzazione pubblica, sulle questioni del polo logistico di Morengo, su COSIDRA, sulle nuove centrali a biomasse e sugli ampliamenti di cieli aperti e Gruberg.

Coerenti con la nostra energia giovane, ci siamo anche adoperati per alimentare la cultura della convivialità (organizzando “Che festa!” nella Peschiera) e della convivenza serena oltre le rigidità culturali, per favorire dialogo e integrazione tra generazioni (interessandoci della casa di riposo “Villa Vaglietti”), con le istituzioni (Parrocchia, l’Oratorio e l’associazionismo) e con i popoli (marcia della pace Perugia-Assisi ed eventi correlati).

A ottobre abbiamo tenuto una prima assemblea pubblica sul centro natatorio e nei prossimi mesi organizzeremo altri momenti di confronto, formazione e informazione. Abbiamo organizzato per il mese di dicembre la mostra NEEDS e alcuni dibattiti sul tema della missione come forma di partecipazione e dei bisogni nei paesi del Sud del mondo.

Diffonderemo a gennaio il secondo numero del nostro aperiodico d’informazione SPAM.

Questa è stata la nostra azione e seguendo tali principi continueremo a impegnarci anche nei prossimi anni: il fine è superare i pregiudizi, le antipatie, gli schieramenti e stimolare la partecipazione a un progetto condiviso che ha come unico obiettivo il nostro bene comune.

Auguriamo a tutta la cittadinanza di vivere un Natale gioioso e di iniziare con serenità il nuovo anno.

Per progettoCologno, i Consiglieri comunali Chiara Drago, Chiara Zambelli e Roberto Zampoleri. info@progettocologno.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...