Prima manifestazione colognese: #sesaniGOHOME

Alcune immagini della manifestazione di oggi, per chiedere le dimissioni della Giunta dopo il disastro delle piscine.

Sì, a Cologno non ci sono mai state altre manifestazioni contro la maggioranza dagli anni Settanta.
Sì, i colognesi sono pragmatici e discreti, poco inclini alla protesta pubblica.
Sappiamo che una manifestazione non è esattamente nelle corde dei nostri compaesani, ma la misura è stata superata da tempo e tutti ne sono consapevoli. Non c’è persona con cui io abbia parlato in questi ultimi mesi che non lo riconosca e che difenda l’operato della maggioranza: dopo la chiusura del centro natatorio, la Giunta ha tentato a febbraio un’operazione altamente rischiosa come quella dell’impianto di trattamento rifiuti con torcia al plasma, al solo fine di recuperare denaro da investire nelle piscine. Hanno perso il contatto con la realtà e rischiano seriamente di mettere ulteriormente in pericolo il nostro paese, come hanno fatto con l'”operazione centro natatorio”.
11 anni di progetto.
1,2 milioni di euro di opere di urbanizzazione, pagate dai colognesi.
1 milione di euro per l’acquisto delle aree, pagate dai colognesi.
8,7 milioni di euro di lavori, tutti liquidati dal credito sportivo (a eccezione del 5% di garanzia) e mai finiti, garantiti dai cittadini di Cologno.
50 anni di concessione gratuita.
38.000 euro l’anno di contributo del Comune, pagato dai colognesi.
1,2 milioni di euro di lavori non pagati ai subappaltatori.
1 anno e 4 mesi di apertura.
Da 8 mesi chiuso.
6 mesi di lavoro non pagato ai dipendenti.
Centinaia di abbonamenti mai interamente utilizzati.
Dopo mesi di richieste, dopo che ci hanno chiuso la Commissione di controllo per avervi informati di questo scempio e per aver richiesto a gran voce di fare chiarezza, il 29 maggio l’Amministrazione pubblica il bando per cercare società interessate al subentro. Costo dei lavori ancora da concludere:
2 milioni di euro!
Noi crediamo che sia giunto il momento di farci sentire in modo inequivocabile, di dare un segnale forte alla maggioranza: basta danni, basta leggerezze con le nostre risorse, basta nascondersi! Vogliamo risposte, vogliamo che chi ha sbagliato si assuma tutte le responsabilità del caso e la smetta di fare danni al nostro paese, rassegnando le proprie dimissioni.
Per questo siamo in corteo dalle piscine al comune e ci siamo anche per tutti quelli che in questi giorni ci hanno detto che facciamo bene, ma che non hanno la voglia, l’abitudine o il coraggio di scendere in piazza. Perché crediamo che sia importante continuare a camminare a testa alta, chiedendo pubblicamente giustizia e guardando negli occhi i responsabili di questo disastro senza nasconderci.

10256814_595986597166624_3171741726871883691_n 1535462_10152462674682416_4440686421142208858_n 10387412_10152462586057416_6230182059725722684_n 1488057_10152462577367416_525032425789280249_n 10428019_10152462771912416_4455967677436127386_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...